FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
Franco Maria Ricci Editore
I Segni dell'Uomo

Oltremare

Codice Casanatense 1889. Viaggi, avventure, conquiste dei Portoghesi nelle Indie

Duarte Barbosa. Testi di: Fernand Braudel, Gianni Guadalupi, Ch.R. Boxer, R. Barchiesi
1984 / 208 PAGINE. Lingua: Edizione italiana
Il volume accoglie il manoscritto del 1889 della biblioteca casanatense che fa da contraltare al testo di Duarte Barbosa “Il Libro Dell’Oriente” presentando così l’avventura coloniale portoghese, alla scoperta delle indie. L’inquadramento storico è affidato a Gianni Guadaluopi e Charles R. Boxer.
La scoperta della rotta marina per le Indie risale intorno al XV secolo, quando il portogallo, sotto l’influenza del Principe Henrique “scopritore di cose nascoste ad altri uomini” volle a tutti i costi spingere le sue flotte oltre le canarie, limite estremo del mondo conosciuto. I marinai raccontavano di un mare tenebroso, popolato da mostri marini, impossibile da navigare. L’incontro con le Indie, presto trasformatosi nel tentativo di sottomettere la popolazione, viene testimoniato dalle tavole del codice Casanatense, e dagli occhi meravigliati di Duarte Barbosa, che ne “Il Libro dell’Oriente” descrive usanze e territori stupendi, per “beneficio universale”.