FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
Franco Maria Ricci Editore
Iconographia

Lewis Carroll, fotografo vittoriano

Dal “Journal des Dames et des Modes”

Helmut Gernsheim
1980 / 96 PAGINE. Lingua: Due edizioni: Italiano, inglese
Il più eccentrico personaggio dell’Inghilterra vittoriana, presentato qui in veste di fotografo. Il volume intende raccogliere i frutti della passione del celebre autore, andati per lungo tempo perduti.
Charles Lutwidge Dodgson, diacono e professore di matematica, meglio conosciuto come Lewis Carroll, pseudonimo con cui lo riconosciamo autore di Alice nel paese delle meraviglie, è certamente uno dei personaggi più eclettici dell’Inghilterra vittoriana. Tuttavia, non in molti sono a conoscenza del suo hobby, accuratamente celato, di fotografo. Per molto tempo nessuno seppe nulla degli scatti del celebre autore, in quanto gli album in cui era solito raccogliere i suoi ritratti andarono perduti dopo la sua morte. Il caso volle che nel 1949, sotto una polverosa catasta di libri, lo studioso di fotografia Helmut Gernsheim, il cui testo accompagna le fotografie presenti nel volume, ne rinvenisse uno, offrendoci così l’inattesa possibilità di penetrare ancora una volta nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll.