FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
Franco Maria Ricci Editore
Morgana

La piovra

Roger Caillois
1975 / 248 PAGINE. Lingua: Italiano
Spesso è difficile distinguere gli animali della fiaba da quelli della zoologia ed è inevitabile che l’immaginazione prenda il sopravvento sull’osservazione in certi casi. La piovra offre uno degli esempi più istruttivi di una tale cristallizzazione.
La piovra, che in antiche illustrazioni avvolge con i suoi tentacoli le navi e le trasporta giù con sé nel fondo degli oceani, è il singolare argomento di questo libro. Attraverso un’inchiesta sorprendente, Roger Caillois dell’Accademia di Francia mostra come a questa forma animale l’immaginazione abbia fatto subire nel corso dei secoli tutto un ciclo di metamorfosi superbamente indifferenti alla realtà. Saggio su una mitologia affine, in un ambiente marino, a quelle del ragno, del pipistrello e dalla sanguisuga, tutti animali che hanno parte nella fauna fantastica e infernale, è dunque La piovra di Caillois; ma essa è anche un’elegante lezione di metodo che mostra attraverso quali strumenti sia possibile cogliere la sintassi sotterranea della nostra immaginazione, quale affiora soprattutto (ma non soltanto) in sogni, metafore, favole.
Franco Maria Ricci Editore
Il mistero commuove, l’insolito avvince, la poesia è possibile forse solo a causa delle corrispondenze complesse e sconcertanti in cui è sparsa l'unità del cosmo. Tutto ciò che la ricorda desta nella sensibilità un’eco complice, compiacente, consenziente in anticipo, una nostalgia dell'unanimità desiderata. Studiando le metamorfosi della piovra, la mia sola intenzione era di procurare un nuovo esempio degli avvicendamenti e dei crocevia dell’immaginazione. Ci sono stati filosofi che non hanno esitato a identificare il reale col razionale. Ho la certezza che un’altra audacia, che si fondasse su un gran numero di indagini meticolose e che le provocasse, farebbe scoprire la falsariga delle analogie fondate e delle connessioni discrete che compongono la logica dell’immaginario.
Franco Maria Ricci Editore