FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
FMR - Loader
Franco Maria Ricci Editore
Morgana

I cannibali

Con le incisioni di Theodor de Bry

A cura di: Gianni Guadalupi, Marcelo Ravoni, Ettore Zelioli. Testi di Giovanni Mariotti
1977 / 256 PAGINE
Antologia delle testimonianze delle opere a stampa che trattano il fenomeno del cannibalismo, tra tabù e divieti, tra letteratura e realtà, e accompagnata dalle illustrazioni di Theodor de Bry.
Il pasto cannibale è una fra le occasioni più imbarazzanti per la nostra immaginazione. A causa di fame, religione, o curiosità si può mangiar carne umana ma non la si può mangiare senza turbamento. Anche presso i popoli che la praticano, l’antropofagia è circondata da divieti. Da tutte le opere a stampa in cui si parla di mangiatori e di mangiati hanno attinto i compilatori di questa antologia. La presenza dello humor nero e della frivolezza non rendono l’argomento meno conturbante; il fantasma dell’aggressione e quello dell’incorporazione, della sepoltura in fauci fraterne, percorrono tutto il libro e delineano uno sfondo mitico di cui possiamo trovar eco in fenomeni eterogenei come il morso erotico e l’eucarestia.